Vecchia Ragazza

di Marisa Bertozzi

Vecchia ragazza quente emozioni

pedalavi un tempo con le canzoni

non imbrigliar il pensier se va a retro

 

I sciolti capelli porgevi nel vento

lieve il cruccio e larga la gonna

la ragazzina mutava a la donna

 

Su quelle due ruote la libertà

che t'attendeva un poco più in là

la raggiungevi in un baleno

 

Piedi ai pedali e mani sul freno

gambe scattanti e cuor tumultuoso

e nella mente un pensier amoroso

 

L'arsa calura dei mesi d'estate

fendevi rapida con tre pedalate

e negli uggiosi meriggi d'inverno

 

"Prima del buio che tu sia di ritorno"

qualche chilometro quale problema

come una freccia fendevi la nebbia

 

Ritorna all'oggi il tempo è passato

attorno a te molto è cambiato

c'è dietro un sellino e vai senza fretta

 

Ma ancora pedali la tua bicicletta

è stata fedele compagna di vita

e ancora oggi non l'hai tu tradita

 

Mezzi veloci ti sfrecciano accanto

capelli raccolti tu porgi a quel vento

nei tanti pensieri ti trovi assorta

 

Vecchia ragazza c'era una volta

oggi nell'aria non fluttua la gonna

non c'è da stupirsi "adesso sei nonna"